I gol di Gedson e De Francesco consegnano lo scudetto alla Lazio calcio a 8 dei Presidenti Liguori e Buttaroni. Il cielo sopra lo Sport City si tinge di biancoceleste in una serata attesa da tanto tempo che corona una stagione giocata ad altissimi livelli dalla squadra allenata dal mister Daniele Chilelli.
È la vittoria di tutti: dei tanti tifosi presenti sugli spalti, degli amici di Radiosei che hanno costantemente sostenuto la Lazio calcio a 8, di ogni singolo membro dello staff. Ma soprattutto è la vittoria di una dirigenza che ha sempre investito tempo, amore e risorse per far crescere questo gruppo. C’è gioia vera sui volti stremati di Andrea Maria Liguori e Gianluca Buttaroni a fine partita, c’è amore, sofferenza e passione per questi colori e questo progetto. Inoltre, se si volesse descrivere cos’è la Lazio calcio a 8 con una sola immagine, basterebbe soffermarsi pochi istanti sull’abbraccio tra i due Presidenti ed il Direttore Sportivo Mario Pagano, un padre e una colonna fondamentale per ogni singolo membro di questo gruppo straordinario. La squadra che ha battuto la Roma calcio a 8 in un derby che valeva lo scudetto è la Lazio dell’estro di Ferri e Amico, della solidità difensiva di Luziatelli, Gimelli, Pomposelli e Palumbo, dei gol di Amici, Biscossi e De Dominicis. Della forza e l’esperienza di De Francesco, della tecnica di Gedson e del carattere di Mollo, della mani sicure di Scevola e dei tuffi di Zonfrilli. Della classe infinita di Cristian Ledesma (premiato come miglior giocatore della Lega Serie A calcio a 8) e ancora di Barone, della dedizione di Di Iorio, di Colasanti. Per dirlo con le parole del grande Michael Jordan: “Con il talento si vincono le partite, ma è con il lavoro di squadra e l’intelligenza che si vincono i campionati.”
Non c’è molto altro da aggiungere, se non un’ultima frase: lo scudetto è della S.S.Lazio calcio a 8.

A cura di Simone Toscano - Responsabile Della Comunicazione S.S. Lazio calcio a 8. Aquil8News.