La Lazio calcio a 8 deve rialzare la testa dopo due sconfitte e deve farlo subito, ma nonostante le migliori intenzioni di De Francesco e compagni il match si mette subito male; infatti dopo pochi minuti i biancocelesti sono sotto. La situazione rischia di aggravarsi quando Amici perde una brutta palla e regala una punizione pericolosa alla Fraschetta Del Pesce, sulla quale Scevola si supera con un grande intervento.
La partita è di quelle dure, nervose. Chilelli chiede ai suoi concentrazione e grinta e Lazio aumenta subito la pressione ma, nello stesso tempo, deve difendersi da un avversario velenoso e veloce che pressa alto e gioca bene. I biancocelesti spingono e pareggiano con Biscossi che conclude nel migliore dei modi una splendida azione in tandem con Mirko De Francesco. Un primo tempo concitato e nervoso si chiude sull’1 a 1.
È una Lazio calcio a 8 migliore quella che entra in campo nella seconda ripresa, e con Gaston, Biscossi e Ferri si rende pericolosa diverse volte mancando però di precisione sotto porta. Dopo dieci minuti ci si mette anche la sfortuna: una punizione potente di De Francesco si stampa sulla traversa. Identico destino riservato a Ferri pochi minuti dopo. Due legni, dunque, e come se non bastasse inizia a piovere forte. Poi però la Dea Bendata decide di farsi perdonare e con un’autorete rocambolesca la Lazio trova il vantaggio.
La Fraschetta Del Pesce non ci sta e mette a dura prova i riflessi di Scevola in tre diverse occasioni, ma il portiere laziale risponde presente. Capovolgimento di fronte, punizione per la Lazio calcio a 8, zampata rapace di Biscossi e 3 a 1. Finita? No, nemmeno per sbaglio.
Gli avversari accorciano presto le distanze con un bolide del numero 11. C’è ancora da tribolare per i Campioni in carica. Il match sembra non finire mai, vengono segnalati tre minuti di recupero e la tensione sale ancora di più. Poi il triste epilogo: la Fraschetta Del Pesce ottiene un rigore più che dubbio a pochi istanti dal fischio finale. Le proteste sono tante e veementi ma il Direttore di Gara è irremovibile. Questa volta Scevola non può nulla.
3 a 3.
Al triplice fischio c’è amarezza e tanta rabbia.

A cura di Simone Toscano - Responsabile Della Comunicazione e Direttore Commerciale dell’Accademia S.S. Lazio calcio a 8. Aquil8News